max-ionataConsiderato uno dei maggiori sassofonisti italiani della scena jazz contemporanea, Max Ionata ha bruciato le tappe in una carriera vertiginosa conquistando in pochi anni l’approvazione di critica e pubblico, riscuotendo sempre grandi successi in Italia e all’estero. Ha condiviso il palco con artisti del calibro di R. Eubanks, R. Rogers, C. Penn, L. White, B. Hart, A. Queen e J. Locke, senza dimenticare A. Ducros, S. Grossman, M. Stern, B. Mintzer, B. Franceschini, H. Bullock, con J. Frahm, M. Griffith, A. Pinciotti, spaziando dai territori della musica improvvisata alla canzone d’autore. Ai concerti con D. Piana, R. Gatto, D. Moroni, S. Di Battista, G. Tommaso, F. Boltro, F. Di Castri, F. Bosso, E. Pierannunzi si accostano infatti quelli con G. Telesforo, M. Biondi, O. Vanoni, V. Capossella, R. Arbore, S. Cammariere e V. Placido. Musicista eclettico, Max Ionata ha incontrato la musica da bambino, attraverso la banda del paese, scoprendo così quasi per caso le meraviglie del sax e approdato al jazz ha scoperto la sua più profonda vocazione e la sua vena creativa, iniziando a comporre musica per i suoi vari ensemble e dando vita a progetti originali. Ha al suo attivo la pubblicazione di ben oltre s70 album e 14 incisioni a suo nome tra cui il recente Rewind alla guida del suo “Hammond Trio”.