foto-damiani-chiara-martiniNasce nel 1952 a Roma. Laureato in architettura, diplomato in contrabbasso e in musica jazz, Paolo Damiani svolge anche attività di violoncellista, direttore d’orchestra, compositore e didatta. Si è perfezionato con L. Buccarella, G. Gaslini, G. Pani, G. Selmi, B. Tommaso e F. M. Uitti; attualmente dirige il dipartimento di jazz del Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma. Ha debuttato professionalmente nel 1976 con G. Gaslini, collaborando poi anche con A. Brahem, A. Braxton, P. Fresu, T. Gurtu, B. Higgins, F. Jeanneau, A. Mangelsdorff, C. Mariano, P. Metheny, P. Minafra, E. Rava, G. Schiaffini, L. Sclavis, J. Surman, C. Taylor, M. Vitous e K. Wheeler. Dal 1978 dirige proprie formazioni. Membro stabile dalla sua fondazione dell’Italian Instabile Orchestra. Dal 1982 al 2012 ha diretto il festival internazionale di jazz “Rumori Mediterranei” di Roccella Jonica; dal 1998, assieme ad Armand Meignan, quello di Roma “Una striscia di terra feconda”. Tra il 1996 e il 1999 ha presieduto l’AMJ (l’associazione nazionale musicisti di jazz); dal 2000 al 2002 è stato direttore artistico e musicale dell’ONJ, l’Orchestra Nazionale francese di jazz, primo e unico artista straniero ad aver vinto il relativo concorso. Nel 2006 è stato nominato coordinatore del Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica, presieduto da Luigi Berlinguer. Dal 2007 è membro del CNAM (Consiglio Nazionale per l’Alta Formazione Artistica e Musicale), organismo del MIUR. Il 2 giugno 2008 il Presidente della Repubblica gli ha conferito l’onorificenza di Cavaliere, in considerazione dei suoi meriti artistici. Paolo Damiani suona in duo con Danilo Rea, Rosario Giuliani; ha collaborato con scrittori e attori come S. Benni, S. Bergamasco, L. Costa, F. Gifuni, I. Marescotti e D. Riondino. È stato tra i fondatori della Scuola di Musica di Testaccio e ha inventato l’IS Ensemble, un’orchestra nazionale giovanile. È stato coprogettista della collana di audiolibri allegata alla «Repubblica» e all’«Espresso». Ha inciso con ECM, EGEA, ENJA, Leo e Splasc(h). Il suo cd Al tempo che farà (Egea) è stato premiato come miglior disco del 2007 nei referendum delle riviste «Musica Jazz», «Musica e Dischi» e «Jazzmagazine». Nel gennaio 2011 ha vinto il referendum top jazz del mensile «Musica Jazz», come miglior compositore dell’anno. Nell’aprile 2014 in collaborazione con il MIUR e il Teatro Puccini di Firenze, selezionati tramite audizione nazionale, ha dato vita all’Orchestra Nazionale Jazz-Giovani Talenti.